Home / Cura e Manutenzione / 4 soluzioni per innaffiare le piante in vacanza
innaffiare-le-piante-in-vacanza

4 soluzioni per innaffiare le piante in vacanza

Ogni anno nel momento stesso in cui decido di partire per le ferie estive, una delle domande che mi pongo puntualmente è: “Come innaffiare le piante in vacanza?“. Domanda lecita se non voglio correre il rischio di ritrovare il deserto del Sahara al mio rientro.
Ed ecco che mi ritrovo a pensare alle possibili soluzioni: il vicino, la nonna, mamma e papà… ogni anno è la stessa cosa! Prima o poi qualcuno di loro mi manderà letteralmente “a quel paese”. Ti è mai capitato?

Dopo qualche ricerca vorrei condividere con te 4 soluzioni per innaffiare le piante quando sei in vacanza.  Spero possa aiutarti a partire in tutta tranquillità con la consapevolezza che tutte le tue piante riceveranno acqua durante la tua assenza in modo automatico e costante, senza che tu debba dipendere da altre persone.

In questo articolo non ti fornirò soluzioni “fai da te” ma prodotti che puoi trovare sul mercato a costi piuttosto accessibili. Che tu viva in un appartamento o in una casa con giardino, questi prodotti sono destinati unicamente a piante contenute nei vasi. Se possiedi un giardino di medie/grandi dimensioni invece mi auguro che tu abbia già predisposto un sistema di irrigazione automatico.

Prima di passare a parlare delle varie alternative ti raccomando un paio di accorgimenti al momento della tua partenza:

  • non lasciare al buio le piante se si trovano in casa, la luce è fondamentale per la loro crescita e la loro salute
  • se si trovano all’esterno sistema le piante in una zona ombreggiata e ravvicinate tra loro. Questo gli permetterà di formare un microclima umido utile al loro mantenimento

Innaffiare le piante quando sei in vacanza: soluzioni

Se il tuo soggiorno è di massimo 4 giorni al momento della partenza ti basterà innaffiare le piante con acqua abbondante, in questo modo garantirai loro di sopravvivere durante la tua permanenza lontano da casa.
Se stai pensando di stare via per più di una settimana invece ecco che le 4 alternative sotto possono venire in tuo aiuto.

Sfera da irrigazione

sfera-da-irrigazione-durante-le-vacanze

La sfera da irrigazione altro non è che l’evoluzione della comune bottiglia con il tappo forato, da inserire nel terriccio.
Questo sistema di irrigazione è caratterizzato da una sfera in plastica contenente all’incirca 350 ml d’acqua. All’estremità della sfera sono posti due tubi che devono essere inseriti all’interno del vaso in prossimità delle radici della pianta. In questo modo la tua pianta avrà il giusto apporto idrico 24 ore su 24. Puoi utilizzare la sfera da irrigazione tutto l’anno, anche quando sarai rientrato dalle ferie, potrai così stare tranquillo perché la tua pianta avrà acqua a sufficienza.

Acqua gelificata per piante

acqua-gelificante-per-piante-irrigazione-durante-le-vacanze

L’acqua gelificata per piante è un prodotto composto dal 90% d’acqua gelificata tramite un processo produttivo particolare. Le sfere sono contenute all’interno di un tubo che deve essere opportunamente inserito nel terriccio per una profondità di circa 2/3 cm. Le sfere in gel grazie all’azione dei micro-organismi presenti nel terriccio si disgregheranno in modo graduale e costante trasformandosi nuovamente in acqua, assorbita poi dalle radici della pianta. Questo processo garantirà alla tua pianta di sopravvivere per lunghi periodi, fino a un massimo di 30 giorni a seconda della dimensione del vaso e della pianta stessa. Nel caso in cui il diametro del tuo vaso fosse superiore ai 20/30 cm ti basterà aggiungere una seconda confezione al suo interno.

Puntale in ceramica da irrigazione

puntale-in-ceramica-da-irrigazione-durante-le-vacanze

Il puntale in ceramica è un sistema di innaffiatura che garantirà alle tue piante domestiche una riserva d’acqua costante, anche per lunghi periodi, fino a un massimo di 45 giorni a seconda delle dimensioni del recipiente. In commercio ne esistono di varie marche, materiali e dimensioni (persino una versione XL). Ogni confezione che acquisterai avrà al suo interno tre pezzi per darti la possibilità di irrigare più piante contemporaneamente. Questo dispositivo è molto facile da installare ed è basato sul principio dei vasi comunicanti.
La prima cosa che dovrai fare è immergere il puntale in ceramica all’interno di una bacinella piena d’acqua per circa 15 minuti in modo tale che la ceramica stessa possa inumidirsi. Riempito il piccolo serbatoio all’estremità superiore del puntale dovrai inserirlo completamente all’interno del vaso. Inserisci il tubo di alimentazione sul fondo del recipiente contenente l’acqua e assicurati che il recipiente stesso sia più basso rispetto al serbatoio. Nel momento stesso in cui la terra si seccherà il cono in ceramica rilascerà gradualmente l’acqua che andrà ad irrigare le tue piante.

 

puntale-ceramica-per-innaffiare-le-piante-in-vacanza

 

Quelle che ti ho elencato fino ad ora sono soluzioni molto semplici, che si avvicinano quasi a quelle del “fai da te”. Sul mercato poi esistono alternative più “sofisticate” che possono permetterti di programmare gli orari in cui irrigare le tue piante automaticamente. Si tratta di sistemi di irrigazione che funzionano a batteria ma che possono garantirti un’irrigazione programmata a seconda delle tue esigenze e delle tipologie di piante/fiori che possiedi.

Distributore d’acqua autonomo

distributore-acqua-autonomo-goccia-goccia-irrigazione-durante-le-vacanze

Il distributore d’acqua autonomo è una soluzione pratica e versatile, ti permetterà di innaffiare mentre sei in viaggio per lunghi periodi fino a un massimo di 40 giorni. Non dovrai preoccuparti di rubinetti aperti o collegamenti elettrici perché il funzionamento è a batteria. Il serbatoio con i suoi 25 L di capienza ti garantirà un’irrigazione goccia a goccia fino a un massimo di 20 vasi senza sprechi d’acqua. Solitamente nelle confezioni puoi trovare i tubi per trasportare l’acqua da un vaso all’altro, i picchetti ferma tubo e i gocciolatori. Con questa soluzione potrai costruire un vero impianto di irrigazione dentro casa e avere la tranquillità che le tue piante saranno irrigate senza ulteriori complicazioni.

 

Tutto è pronto per la tua partenza. Hai fatto le valige, caricato la macchina e staccato l’interruttore generale della luce? Una volta sistemato anche l’impianto di irrigazione finalmente per te arriverà il momento di chiudere la porta di casa, mettere in moto la tua auto e partire per le vacanze.
Non ti resta che ristorare corpo, mente e spirito con la tranquillità che anche le tue piante, a casa, faranno lo stesso. Buone ferie!

A proposito di Luca C.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

coltivare-erbe-aromatiche

Le 10 erbe aromatiche più facili da coltivare

La primavera è sinonimo di giornate dal cielo limpido, i primi cinguettii degli uccellini e, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *