Mobili per giardino in materiali sintetici

Arredamento giardino in rattan e resine: consigli per scegliere al meglio

Il mondo dell’arredamento per giardino sta vivendo oggi un momento di grande splendore e gli articoli proposti sono tantissimi e nei materiali più disparati, dai naturali ai sintetici, dal rattan alle resine.
Scegliere i mobili ed i complementi d’arredo che fanno al caso nostro non è solo una questione di estetica, ma dobbiamo considerare di acquistare materiali che siano in linea con l’attenzione che vogliamo dedicare al giardino, nonché facili da pulire e mantenere.
Se non amiamo il giardinaggio scegliamo del verde che richieda poca manutenzione, quindi perché non fare lo stesso ragionamento per i mobili? In questo modo potremo goderci le sedute, i tavoli e tutti gli altri accessori senza preoccuparci eccessivamente della loro cura.

In questo articolo analizzeremo i principali tipi di materiali sintetici, frutto della tecnologia e dell’innovazione degli ultimi anni, sempre più diffusi nel settore outdoor: coniugano eleganza e praticità e una estrema facilità di pulizia. Basta una panno bagnato (o addirittura la classica gomma da giardino) e magari un detergente neutro in caso di macchie più tenaci o segni di pennarello dei bambini, e la nostra sedia, o il tavolo o la sdraio tornerà come nuova!

 

Rattan e wicker

Hanno largamente sostituito da anni il vimini nei giardini, grazie alla loro durata nel tempo e facilità di manutenzione, nonché resistenza agli agenti atmosferici. Wicker e rattan sono sostanzialmente lo stesso materiale e la differenza di denominazione è legata all’intreccio, alla dimensione dei listelli e ad eventuali piccoli diversità nella composizioni chimica dei materiali.
E’ molto usato soprattutto nelle sedute da salotto, quindi poltrone e divani, nonché tavolini da caffè. Nei prodotti migliori l’effetto estetico è molto simile al vimini, non facendo quindi rimpiangere l’atmosfera dei giardini di una volta, soprattutto quando le linee sono classiche o vintage.
Verificare con il venditore, al momento dell’acquisto, se il colore prescelto può subire alterazioni nell’esposizione diretta e continuativa al sole: i mobili in rattan e wicker possono essere realizzati anche in colori particolari, magari fluo o molto accesi, ed è bene verificare che sia adatto alla proprie esigenze prima di acquistare.

 

Mobili in wicker e rattan

 

Resina

La resina è il materiale più diffuso per la realizzazione di sedie da pranzo e tavoli per esterno. In commercio si trovano prodotti di diverse fasce di prezzo: solitamente i prodotti più economici sono in plastica, mentre dalle fasce medio/alte si trovano articoli in resina. La resina ha un processo di lavorazione ed una composizione chimica diversa dalla plastica: sono polimeri complessi che durante la lavorazione vengono modellati e poi induriti e colorati, fino ad avere un prodotto dalla notevole resistenza e durata.
La resina, grazie appunto alle sue caratteristiche, si presta a tantissimi utilizzi, forme, colori e dimensioni. È di facile manutenzione, solitamente le sedie sono modelli impilabili, i tavoli sono disponibili anche allungabili o pieghevoli, per la massima praticità e versatilità d’uso. Il peso è un punto a favore: nessun peso da sollevare, si spostano con una sola mano.
Le sedute in resina in commercio vanno dalle classiche forme con braccioli e seduta larga che possiamo trovare nei bar o nelle manifestazioni all’aperto, alle forme più moderne e di design. La resina può presentarsi liscia o goffrata, ossia con motivi a rilievo, anche a riprodurre l’intreccio del vimini.
Azienda leader nel settore è Scab, con la sua linea resina.

 

Set pranzo in resina Scab

 

Tecnopolimeri, Polipropilene, Policarbonato, Polietilene, Poleasy®

I progressi della moderna industria chimica hanno trovato una felice applicazione nel settore dei mobili da giardino, grazie alla possibilità di migliorare i materiali già esistenti creando catene di polimeri con caratteristiche particolarmente utili.
Le lavorazioni industriali consentono di migliorare e/o correggere le proprietà dei materiali, così da renderli più performanti, resistenti ma anche elastici dove occorre. Non dimentichiamo poi la pressoché infinita gamma di colori e finiture (dalla laccata alla goffrata) possibili nonché la linee realizzabili, dalle forme anche molto particolari, magari alternando pieni e vuoti.
Alcuni brand hanno brevettato la loro particolare miscela e lavorazione: è il caso di Myyour, produttore Made in Italy di articoli di design, che realizza i suoi arredi e complementi in Poleasy®, per performance uniche in termini di durata, lavabilità e brillantezza dei colori. Complementi di Myour sono comparsi in numerose trasmissioni televisive, come Grande Fratello, “Extreme Makeover Italia” e “Amici” di Canale5, o ancora le fortunate fiction Rai “Che Dio ci aiuti” e “Il Commissario Rex”.
Scab è un altro marchio Made in Italy che realizza linee in polipropilene e tecnopolimero con la linea Scab Design, azienda leader sia nel settore home che nel business, grazie alla tante linee, dalle più semplici a quelle eleganti che coniugano vetro, acciaio e legno ai materiali sintetici. Anche Scab è comparsa in alcuni dei programmi televisivi sopra menzionati, nonché edizioni internazionali del Grande Fratello e talk show Rai. Per un tocco di colore ed allegria al vostro giardino le sedie Scab Design sono l’ideale!

 

Plastica

La scelta di prodotti in plastica è la soluzione solitamente più economica, ma non bisogna fare l’errore di pensare che sia un materiale di serie b.
Solitamente viene utilizzata per sedie, tavoli e tavolini ed anche mobiletti. La facilità di pulizia è un punto a favore, così come la resistenza: la plastica può assorbire urti e spinte e peso anche notevole senza danneggiarsi, considerando sempre che i prodotti sono comunque sempre leggeri e facili da maneggiare.
Per l’uso casalingo sono molto diffusi i mobili in plastica, ma consigliamo di fare attenzione quando li si acquista, soprattutto di provare le sedie ed i tavoli per verificare che siano stabili: può capitare che prodotti a prezzi molto (troppo) allettanti nascondano qualche difetto o mancanza.
Plastica di bassa qualità potrebbe scolorire o ingiallire se lasciata sotto il sole: chiedere al venditore caratteristiche specifiche sul prodotto può prevenire un incauto acquisto, così da essere sicuri di spendere al meglio i propri soldi.
Se scegliamo invece prodotti di qualità, la soddisfazione è praticamente garantita!

 

 

Coperture per mobili da esterno

 

Coperture per mobili

Se vogliamo preservare la bellezza dei nostri mobili in inverno, o comunque nei lunghi periodi di inutilizzo, a prescindere dal materiale, la scelta migliore è di proteggerli. In caso si abbia sufficiente spazio al coperto o magari sotto un portico, può bastare addossarli il più possibile alle pareti interne, così che siamo protetti dalle piogge e dal vento. Se invece devono essere lasciati all’aria aperta consigliamo l’utilizzo degli appositi teli di copertura per mobili da esterno.

Si tratta di teli solitamente sagomati (rettangolari, ovali o rotondi) che hanno due diversi materiali all’esterno e all’interno. Il primo deve essere robusto per resistere alle intemperie, mentre quello interno deve proteggere i mobili ed impedire la formazione di muffe e funghi che possono proliferare a causa dell’umidità.
Solitamente i teli sono di colore verde, in modo da mimetizzarsi con il verde del giardino ed essere comunque piacevoli alla vista.
I prodotti migliori in commercio sono dotati di occhielli sul fondo per chiudere i teli a mo’ di sacco ed evitare l’effetto vela in caso in forte vento e al contempo aderire meglio al mobile. I teli infatti sono realizzati con misure più o meno standard, quindi non per ogni singolo complemento in commercio: grazie agli occhielli il telo può essere piegato e posizionato nel miglior modo possibile.

 

Acquista ora la copertura per mobili

 

Per la panoramica sul legno, pietra e ferro battuto vi rimandiamo al prossimo articolo.

A proposito di Silvia M.

Appassionata di arredamento degli spazi aperti, felice di rispondere alle vostre domande.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

veranda

Come arredare una veranda in vista della primavera

Oggi vogliamo darti alcuni consigli su come arredare una veranda, giusto in tempo per poterla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *