cactus-di-natale

Cactus di Natale: caratteristiche e cura della pianta

Il cactus di Natale è una pianta molto popolare, e per una buona ragione! Quando fioriscono, producono particolari fiori tubolari colorati rosa o lilla. La loro fioritura bella e duratura, la particolare forma e la facilità di cura ne fanno una pianta meravigliosa apprezzata da molti.

Vuoi scoprire come prenderti cura di questo cactus e le sue speciali caratteristiche? Continua e leggere l’articolo.

Cactus di Natale, di Pasqua o di Ringraziamento?

Ebbene sì, esistono tre tipi principali di cactus “festivi”: il cactus di Pasqua (S. gaertneri), il cactus del Ringraziamento (S. truncata) e il cactus di Natale (S. x buckleyi). Ognuno di questi fiorisce tipicamente più vicino alla festa da cui prende il nome. Tuttavia, la maggior parte dei “cactus di Natale” venduti oggi sono in realtà cactus del Ringraziamento, che tendono a fiorire da novembre a febbraio e quindi passano inosservati oltre ad avere praticamente lo stesso aspetto. In ogni caso, i principi della manutenzione sono praticamente gli stessi.

piante-grasse-con-fiori

Come curare il Cactus di Natale

A differenza di altri cactus, il cactus di Natale (Schlumbergera x buckleyi) non vive in ambienti caldi e aridi come i deserti. Infatti, queste succulente epifite sono native delle foreste pluviali tropicali del Brasile meridionale, dove crescendo sui rami degli alberi si godono l’alta umidità, la luce del sole e le temperature calde.

Schlumbergera

Per questo motivo, non trattate un cactus di Natale come se fosse una pianta grassa qualsiasi. Non possono sopportare lo stesso tipo di condizioni soleggiate e asciutte di altri cactus. È importante annaffiare questi cactus più regolarmente della maggior parte delle succulente, ma anche fare più attenzione a non lasciare il suolo troppo bagnato.

Innaffiatura e fertilizzazione

Pianifica di annaffiare il cactus di Natale ogni 2-3 settimane, ma solo quando la parte superiore del terreno risulta asciutta al tatto. Procedi versando l’acqua direttamente nel terreno fino a quando fuoriuscirà attraverso i fori di drenaggio del vaso. Dopo 10-15 minuti, butta via l’acqua in eccesso rimasta nel sottovaso in modo da evitare che le radici marciscano.

cactus-di-natale-cura

Per quanto riguarda la fertilizzazione, dalla primavera all’inizio dell’autunno è consigliato nutrire il cactus ogni 2 settimane con un fertilizzante bilanciato. Invece, durante l’autunno e l’inverno, fertilizza mensilmente per incoraggiare la fioritura.

Dove posizionare la pianta e il rinvaso

I cactus di Natale preferiscono luce abbondante ma indiretta e un ambiente umido, il che rende un luminoso bagno o una cucina il posto posto perfetto dove tenerli, ancora meglio se su una finestra esposta a est.

fiori-cactus

Le temperature preferite dalla pianta sono tra i 20°C per il giorno e il 15-18°C per la sera, e in estate possono essere messi in un luogo ombreggiato in giardino o in un portico fino a quando le temperature non scendono sotto i 10°C.

Quando selezioni il vaso per questa succulenta, assicurati di sceglierne uno che abbia almeno un foro di drenaggio sul fondo per evitare i ristagni d’acqua. I cactus di Natale crescono bene nella maggior parte delle miscele di terriccio formulate per le piante grasse, l’importante è che dreni bene.

Possibili parassiti e malattie

La caduta dei boccioli è piuttosto frequente in un cactus di Natale se esposto a qualsiasi tipo di stress. Potrebbe essere legato alla quantità di luce o un improvviso cambiamento di temperatura. Inoltre, assicurati che il terreno non diventi troppo secco durante la formazione dei boccioli in quanto l’innaffiatura è molto importante in questo periodo.

Altri aspetti a cui porre attenzione sono l’eventuale presenza di cocciniglie e, se innaffiata troppo, il marciume delle radici. Nel caso dovessero verificarsi, rimuovi le aree infette e rinvasa in un terreno pulito.

Scegli un insetticida naturale per tenere alla larga i parassiti.

Come far fiorire il cactus di Natale

Le fioriture dei cactus di Natale sono innescate dalle temperature più fresche e dalle notti più lunghe dell’autunno. Se la tua succulenta non fiorisce, potrebbe ricevere troppa luce o le temperature essere troppo alte. Ecco alcuni consigli per incoraggiare la pianta a produrre fiori:

  • Per innescare la fioritura, le notti devono essere di almeno 14 ore e le giornate tra le 8 e le 10 ore, per almeno sei settimane. Se hai una forte illuminazione interna accesa la notte, potrebbe essere necessario coprire il cactus o spostarlo in una zona esposta al ciclo di luce naturale.
  • I boccioli si formano con più facilità quando la pianta è tenuta a temperature tra i 10 e i 15°C . Puoi dare il via al processo di formazione dei boccioli esponendo la pianta a temperature di circa 7°C per diverse notti di seguito.

Queste era tutto quello che devi sapere sul Cactus di Natale. Conoscevi già questa pianta o hai scoperto qualcosa di nuovo? Faccelo sapere nei commenti.

A proposito di Rita N.

Credo fermamente nel detto "Non si smette mai di imparare". Grazie alla mia passione per il living e il lifestyle, spero di riuscire a condividere nuove idee, dare consigli utili ed incuriosire il lettore.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

propoli

Propoli: origine e utilizzo a difesa delle piante

Chi non ha mai assunto propoli per alleviare il mal di gola? Eppure, le molteplici …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *