veranda

Come arredare una veranda in vista della primavera

Oggi vogliamo darti alcuni consigli su come arredare una veranda, giusto in tempo per poterla preparare in vista della primavera. In questo ultimo anno e mezzo infatti, riorganizzare gli spazi di casa è stata una priorità. Le verande, si sono rivelate indispensabili per mantenere un po’ di contatto con la natura, senza la necessità di doversi allontanare da casa.

Che cosa si intende per veranda?

veranda con divanetto

Prima di scoprire come arredare una veranda, chiariamo subito di cosa stiamo parlando. Una veranda viene definita come una costruzione costituita da strutture portanti o vetrate che permettono di ottenere una nuova stanza sfruttando una o più pareti di un edificio già esistente. Per esempio, una veranda può essere ricavata dalla chiusura di un balcone o di un terrazzo ma può anche essere realizzata in giardino.

Questa soluzione è decisamente comoda, in quanto fornisce una stanza in più abitabile, aggiungendo metratura e  aumentando di conseguenza il valore economico di una casa. Tuttavia, la sua costruzione non rientra tra gli interventi di libera edilizia e quindi, indipendentemente dalle sue dimensioni, imporrà un aggiornamento della scheda catastale e delle tabelle millesimali della casa.

Certamente, per chiudere una veranda potrai ricorrere a diverse soluzioni quali i pannelli, il plexyglass, gli infissi scorrevoli, le vetrate, il legno o i teli impermeabili.

Scopriamo ora come arredare una veranda.

Consigli d’arredo per la tua veranda

Veranda chiusa (in vetro o in legno)

veranda a vetrata

In un terrazzo adiacente al soggiorno, in un balcone spazioso oppure in un porticato aperto è possibile realizzare una veranda chiusa in vetro oppure in legno. Nelle verande con vetro scorrevole, le ante si muovono silenziose lungo le guide superiori e inferiori, rappresentando probabilmente la soluzione migliore nel caso dovessi chiudere aperture di grandi dimensioni. Un vantaggio non indifferente di questa tipologia di veranda è l’enorme quantità di luce in grado di entrare nella stanza, nonché la panoramicità e la comodità con la quale potrai areare tale spazio.
Il rivestimento in legno invece, dal canto suo, è apprezzato sia per la sensazione di calore che offre che per la sua eleganza.

Come arredare una veranda chiusa?

Un primo consiglio che possiamo darti è quello di collocare comodi divani e poltrone per gli ospiti.
Questo spazio sarà decisamente sfruttabile in inverno, soprattutto se collegato ad una stanza adiacente con camino; in estate invece, la veranda chiusa potrebbe esserti molto utile per fuggire dal caldo, se munita però di condizionatore. Creati uno spazio TV, colloca un tavolino da caffè e stendi un bel tappeto: trasformerai quest’area in un punto di ritrovo decisamente confortevole.

Potenzialmente, in una veranda chiusa potrai liberare la tua fantasia, collocando qualsiasi mobile da interno. Ricordati però di rimanere fedele allo stile della casa!

Parlando di estetica, per questo tipo di verande, se di dimensioni ridotte, sarebbe opportuno privilegiare tinte unite e colori chiari per l’arredo. Tali accorgimenti raddoppieranno la luce che entra dalle vetrate e moltiplicheranno otticamente le dimensioni dell’ ambiente.

Veranda aperta

veranda aperta

Le verande aperte, munite di tettoia ma aperte ai lati, sono esteticamente molto belle ma anche un’arma a doppio taglio. Se c’è bel tempo, sedersi all’ombra della veranda sarà decisamente confortevole; tuttavia, nei mesi invernali, essa non proteggerà dalle fredde temperature, a meno che non si installi un camino esterno. Questa è comunque un opzione piuttosto costosa, presente solamente in abitazioni moderne e di lusso.

Le verande aperte più comuni si sposano perfettamente con il clima del Meridione, anche se è bene ricordare che non sarà possibile installare un condizionatore esterno per sopportare i mesi più caldi.

Come arredare una veranda aperta?

Arredare questo ambiente, soprattutto in vista delle bella stagione, significa scegliere elementi tipici degli spazi aperti. Via libera quindi a divani e poltrone, sdrai, sedie a dondolo e tavoli da pranzo con sedie, il tutto in materiali ideali quali il vimini, l’acciaio, la resina o il legno. Per quest’ultimo materiale, una opzione valida dal punto di vista estetico è quella di scegliere rivestimenti e tovaglie con tessuto a quadretti.
Nella scelta delle tende, invece, utili per ripararsi dal sole, meglio andare sul classico optando per tessuto in lino o in cotone.

Ancora indeciso sulla scelta dei tessuti? Leggi la nostra “Guida alla scelta di tessuti per esterno

Contro il caldo estivo, un’ottima idea potrebbe essere quella di installare un ventilatore da soffitto. In alternativa, posiziona ventilatori a torre o nebulizzatori per mantenere arieggiata la veranda occupando poco spazio.

Per ricreare un’atmosfera rilassante e romantica all’interno della tua veranda potrai arricchirla con piante in vaso, lampade o candele per la sera; procurati però anche delle trappole per insetti. Ti serviranno!

Inoltre, se vuoi aggiungere un tocco “provenzale” all’ambiente, potrai decorare la tua veranda con ghirlande appese al soffitto o composizioni floreali.

Se hai lo spazio a disposizione per creare una veranda non aspettare, la primavera è alle porte! Arredala seguendo i nostri consigli e riscopri un ambiente perfetto dove rifugiarti, rilassarti, e condividere le tue giornate in compagnia.

A proposito di Stefano O.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

tinozza in legno

Come realizzare il tuo angolo di pace con le tinozze da esterno

Le tinozze da esterno hanno una storia millenaria e oggigiorno è ancora possibile beneficiare dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *