come-organizzare-un-giardino

Come organizzare un giardino in 7 passi

L’inverno sta ufficialmente per finire e in men che non si dica daremo il benvenuto alla primavera. Finalmente potranno riprendere i pranzi in famiglia all’aperto e le ordinarie attività di giardinaggio. Non prima però di aver pulito e riorganizzato un po’ gli spazi! Durante la stagione fredda, infatti, è facile trascurare il giardino; ci si limita ad uscire solo quando strettamente necessario e non ci si preoccupa che sia tutto pulito e in ordine.

Per uscire dal letargo invernale, urge una profonda pulizia e preparazione della zona outdoor. Così facendo, appena le giornate si faranno più lunghe e calde, sarai subito pronta a goderti i tuoi spazi esterni ed invitare amici e famiglia per passare un po’ di tempo insieme all’aperto.

Ma come organizzare un giardino in pochi passi ottenendo un risultato preciso e ordinato? In questo articolo ti descriviamo 7 semplici passaggi adatti a qualsiasi situazione e tipo di spazio esterno.

1. Pianifica e cerca ispirazione su come organizzare un giardino

Nessun progetto degno di questo nome inizia senza un bozzetto o una lista delle cose da fare. Non ti chiediamo di fare un disegno complesso, ma magari mettere su carta quell’angolo di giardino che ti sembra sempre disordinato, può darti l’opportunità di visualizzare esattamente come vorresti sistemarlo.

come-organizzare-un-giardino-2

Se il disegno non ti fa sentire a tuo agio o non devi stravolgere l’aspetto del tuo giardino, una semplice lista di cose da fare sarà sufficiente. Cerca di partire dai lavori più importanti e urgenti, come potare le piante o pulire i mobili da esterno per prepararli alla stagione, per poi finire con quelli che riguardano l’estetica, come la decorazione.

Per riuscire a pianificare in modo efficacie, ti suggeriamo anche di cercare ispirazione online o sfogliando riviste di arredamento. Guardare immagini di esterni nello stile che più preferisci e ti si adatta, può darti idee interessanti su come organizzare il giardino.

Ultima cosa per quanto riguarda la pianificazione, quando avrai bene in mente le operazioni specifiche da eseguire nel tuo giardino, ti suggeriamo di fare una stima del tempo che ti ci vorrà per ognuna di queste. Ad esempio, potresti già mettere in agenda poche ore per la pulizia di mobili e pavimenti e dedicare il tempo rimasto per rimettere in sesto il tuo orto. L’intenzione è quella di avere una scaletta precisa per motivarti e avere ben chiaro quanto tempo ti ci vorrà.

2. Sistemare orto e piante

Nonostante gli sforzi per mantenere in forma il tuo orto anche durante la stagione fredda, le piante avranno comunque bisogno di una cura straordinaria ora che inizia ad arrivare la primavera.

sistemare-orto

È quindi giunto il momento di armarti di guanti e attrezzi e metterti all’opera. Comincia con l’osservare tutte le zone più critiche: c’è qualche pianta che non ha resistito al freddo e ora è, ahimè, da buttare? Qualcuna che ha solo bisogno di qualche cura in più? Dove c’è bisogno di potare di rami secchi? Il prato ha bisogno di essere rimesso in sesto?
Queste sono solo alcune delle domande che ti devi porre e potrebbero cambiare in base al tipo di giardino e alle esigenze.

fare-giardinaggio

Una volta eseguite le mansioni di giardinaggio, puoi iniziare a pensare a quale novità ti piacerebbe portare tra le tue piante. Magari qualche nuovo fiore, oppure dedicarti a qualche progetto di riciclo adatto alla cura dell’orto.

3. Come organizzare il giardino: pulizia straordinaria

Durante la stagione fredda lo spazio esterno si sporca più facilmente a causa di pioggia, gelo, foglie e detriti portati dal vento. Anche se hai fatto del tuo meglio per spazzare e spolverare ogni tanto, è venuto il momento di una pulizia più approfondita.

Suggeriamo di partire da mobili, ripiani e decorazioni, spolverandoli e lavandoli con cura. In base al tipo di materiale dovrai utilizzare diversi prodotti e metodi.

Una volta terminato con tutti i mobili e i suppellettili, puoi passare ai pavimenti. Anche in questo caso l’approccio varia in base al tipo di materiale di cui è costituita la pavimentazione.
Come prima cosa è necessario spazzare accuratamente le superfici per rimuovere tutti i residui e la polvere. In seguito per quanto riguarda lavaggio e trattamenti, per i pavimenti in legno la manutenzione richiede qualche operazione in più, mentre per pavimenti in pietra, in cotto o in grès basterà utilizzare acqua e un classico detersivo per pavimenti.

In linea di massima non ti servono attrezzi o prodotti complicati. Basterà una scopa per spazzare, uno spazzolone per lavare, uno strofinaccio, una spugna e, ovviamente, acqua e detersivi appositi. Se invece il tuo giardino è in condizioni drastiche, potresti aver bisogno di un po’ più tempo e attrezzi oppure rivolgerti ad una ditta specializzata.

4. Donare, riciclare o buttare

Come organizzare un giardino senza concedersi un po’ di tempo per esaminare tutti quei mobili e decorazioni che non ci convincono più? Non si può; il momento migliore per il decluttering è proprio questo!

come organizzare un giardino

Come prima cosa prepara 3 scatoloni, pile o semplicemente zone in cui riporre determinati oggetti. Questi avranno ognuno una funzione diversa:

  • Donare: tutto ciò che non si addice più allo stile del tuo giardino o rispecchia più i tuoi gusti che, giustamente, cambiano nel tempo. Come prima cosa puoi chiedere se parenti o amici sono interessati a questi oggetti, in caso contrario informati se vicino a te esistono centri o negozi di seconda mano che accettano volentieri decorazioni o mobili a cui dare una nuova casa.
  • Riciclare: ci sarà sicuramente qualcosa che avrà bisogno solo di qualche piccolo cambiamento per piacerti di nuovo. Alcuni mobili hanno magari bisogno solo di essere spostati per essere visti con una nuova luce, altri magari di essere ridipinti. Altrimenti puoi cercare progetti fai da te che comportano l’utilizzo di tutto ciò che altrimenti avresti buttato.
  • Buttare: questa è proprio l’ultima spiaggia. Per tutti quegli oggetti ormai rotti o usurati per cui stavi solo temporeggiando a gettare e che non puoi in nessun modo donare o riciclare.

5. Fare la lista di cose da comprare

lista-di-cose-da-comprare

Non a caso abbiamo messo questo passaggio verso la fine e non durante la pianificazione. Infatti, capita spesso che inizialmente ci siamo fatti un’idea per poi stravolgerla durante il percorso. Potremmo infatti renderci conto di tutte le cose da mettere in ordine solo dopo averci messo mano.

Valuta bene tutti i tuoi nuovi acquisti e fai una stima del budget da spendere. Magari hai bisogno di un nuovo tavolo per giardino perché il tuo è vecchio e usurato, oppure ti è venuta voglia di rimodernare il divano con dei nuovi cuscini. Tutto ciò contribuirà a portare una ventata di freschezza al tuo spazio esterno.

Oltre al lato estetico però ti ricordiamo di non tralasciare l’organizzazione. Cerca di capire quanti contenitori e di che tipo ti potrebbero servire per mettere in ordine gli oggetti e gli attrezzi che di solito finiscono sparsi o persi in qualche angolo.

6. Come organizzare un giardino con un ripostiglio

Abbiamo giusto accennato a come organizzare un giardino con i contenitori, ma spesso solo qualche scatola non basta. Che ne pensi di un luogo sicuro in cui puoi riporre tutta l’attrezzatura o gli oggetti che non utilizzi di frequente?

come-organizzare-un-giardino-con-una-casetta-da-giardino-in-resina
Casetta in resina da esterno NEWTON 759 by Keter

 

Quando gli attrezzi in questione sono tanti e alcuni di dimensioni voluminose, le casette da giardino in resina sono la soluzione ideale. Questo tipo di ripostiglio differisce per il materiale di cui è costruito che presenta molteplici vantaggi:

  • Elevata robustezza
  • Resistenza alle intemperie
  • Assenza di manutenzione
  • Design semplice ed elegante
  • Finitura effetto legno
Scopri le nostre Casette da giardino in resina

 

Avere una casetta da giardino in resina significa anche poter nascondere tutto ciò che non è bello a vedersi. Potresti riporre al suo interno delle vecchie sedie che usi solo in caso di emergenza, le scale che ti servono per potare le piante, dei vasi vuoti  che avrai intenzione di usare in futuro e via dicendo. Inoltre, per organizzare gli interni del ripostiglio ti suggeriamo di acquistare degli scaffali in modo da evitare che la casetta diventi troppo disordinata.

Se il tuo giardino è piccolo e hai meno cose da riporre, puoi optare per una cassapanca o un baule, sempre in resina. Sono una soluzione interessante in quanto possono essere utilizzati anche come seduta e posseggono gli stessi benefici delle casette in quanto sono realizzati con lo stesso materiale.

Scopri i nostri Mobili contenitori per giardino in resina

7. Decorare e arredare il giardino

Una volta che avrai sistemato e riposto attrezzi e oggettistica in un ripostiglio o un mobile contenitore, è ora di passare alla parte più divertente in cui puoi sfogare tutta la tua creatività. Tutti i nuovi mobili o decorazioni acquistati (o creati grazie a un progetto fai da te!) possono essere disposti come preferisci nel tuo giardino ora perfettamente in ordine.

arredo-giardino

La chiave per impedire che tutto non cada nuovamente nel caos è dividere lo spazio esterno in diverse aree. Nella maggior parte dei casi, sono presenti un angolo relax con divanetti e poltrone, tavoli e sedie per la zona pranzo e un’area per il divertimento e lo svago. Se suddividerai in questo modo il tuo giardino potrai gestire meglio le faccende domestiche e rimarrai al passo con i lavori. Ad esempio, la zona pranzo ha magari bisogno di un occhio di riguardo in più rispetto a quella relax perché ti piace fare molte cene all’aperto.

Per quanto riguarda l’arredamento, qui è tutto in base al tuo gusto personale. Cerca di seguire e utilizzare uno stile di base e una palette colori per tutto il giardino, in modo che i vari ambienti siano coordinati. Puoi sbizzarrirti con un nuovo salottino da esterno in wicker oppure optare per qualcosa di più moderno dall’effetto wow come l’arredo luminoso.

Scopri il nostro Arredamento per il giardino

 

Questi erano i 7 passaggi che suggeriamo di seguire per organizzare un giardino. Speriamo l’articolo e l’arrivo della bella stagione ti motivino a mettere in ordine lo spazio esterno. Commenta e facci sapere se hai seguito i nostri consigli per sistemare la tua area outdoor.

A proposito di Rita N.

Credo fermamente nel detto "Non si smette mai di imparare". Grazie alla mia passione per il living e il lifestyle, spero di riuscire a condividere nuove idee, dare consigli utili ed incuriosire il lettore.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

fiori-invernali-da-esterno

7 fiori invernali da esterno per colorare il tuo giardino o balcone

Per molti un giardino in inverno è sinonimo di arbusti spogli e prato incolto. Credono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *