Home / Cura e Manutenzione / 5 consigli per la cura degli attrezzi da giardino
manutenzione attrezzi giardino

5 consigli per la cura degli attrezzi da giardino

La cura degli attrezzi da giardino potrà sembrarti un’attività di poca importanza ma, al contrario, non è assolutamente da sottovalutare! Può agevolare il lavoro sulle tue piante, rendendo l’uso dell’attrezzo meno faticoso ed evitando i tagli sfilacciati. Spesso il risultato finale dipende proprio da questo, anche se credi di non avere il pollice verde, gli attrezzi possono fare la differenza.

Visto che il freddo e l’umidità li danneggiano rapidamente non bisognerebbe dimenticare la cura degli attrezzi da giardino durante il periodo freddo. Se non sai come fare ti presentiamo 5 semplici step da seguire, fondamentali per garantirgli una lunga durata nel tempo:

  1. Pulizia e asciugatura
  2. Disinfezione
  3. Lubrificazione
  4. Affilatura
  5. Posizione corretta

cura attrezzi da giardino

1. Lava e asciuga

Il primo step da cui iniziare la cura dei tuoi attrezzi da giardino è sicuramente la pulizia. Rimuovi erba, terra, sporco e altri residui, facendo attenzione a non tralasciare le parti nascoste e meno accessibili. È sempre bene ricordare di pulire tutti gli attrezzi dopo ogni utilizzo. Per quelli più delicati basterà un getto d’acqua e una spazzola dalle setole dure, di plastica oppure sintetiche.

Gli attrezzi come zappe, vanghe e badili dovrebbero essere puliti accuratamente con una spazzola metallica e, successivamente, anch’essi risciacquati e disinfettati.

Dopo averli lavati, non dimenticare di asciugare i tuoi attrezzi. Non essere pigro, asciugarli accuratamente eviterà che arrugginiscano e si danneggino.

cura zappa per giardinaggio

E gli attrezzi a motore? Sì, vanno puliti anche quelli.

Sia gli attrezzi elettrici che quelli a benzina hanno bisogno di una certa manutenzione. Per evitare danni a motoseghe, tagliasiepi e rasaerba e non incappare in costose sostituzioni di pezzi rovinati, pulisci accuratamente le lame se non ad ogni utilizzo almeno uno o due volte l’anno.

Scopri i nostri Utensili Elettrici

2. Disinfetta

Il secondo step da seguire per una buona cura degli attrezzi è la disinfezione. L’allontanamento di germi e batteri diminuirà il rischio di infezioni per le persone e la contaminazione di oggetti e ambienti. Questa attività, spesso ignorata, dovrebbe diventare un’abitudine per un giardiniere da praticare con cautela, avendo la giusta premura nei confronti della natura ed evitando pratiche invasive.

Le infezioni viaggiano velocemente soprattutto tra la terra e le pareti dei vasi, per questo vanno ben disinfettati con una spazzola ed amuchina. Puoi anche immergere i vasi in una bacinella e successivamente sciacquarli sotto l’acqua corrente strofinandoli con una spazzola.

vasi giardino

Per quanto riguarda i tuoi attrezzi invece, prendi un panno imbevuto di amuchina o antifungini naturali e passalo sugli attrezzi. Se decidi di utilizzare soluzioni esclusivamente naturali, come l’estratto d’equiseto, ricorda di praticare la disinfezione almeno una volta alla settimana nel periodo d’utilizzo degli attrezzi. Potresti anche strofinare gli attrezzi con del bicarbonato di sodio, in modo da disinfettarli da sporcizia e germi accumulati.

Anche per gli attrezzi a motore bisognerebbe procedere con la disinfezione sulle parti taglienti, passando un fungicida nebulizzato o dell’amuchina.

3. Olia e lubrifica

Perchè tutto funzioni come dovrebbe, controlla se i tuoi attrezzi hanno bisogno di essere lubrificati. L’operazione è piuttosto semplice, ti basterà fare una passata con un panno imbevuto di lubrificante.

Per forbici e cesoie puoi utilizzare uno spray apposito, avendo cura di passare con attenzione su viti ed elementi di snodo.
Se un attrezzo a lama non verrà utilizzato per tanto tempo va ingrassato spalmando il grasso con uno straccio. In questo modo si formerà una sorta di velo protettivo che lo proteggerà nel tempo.
Per gli attrezzi con componenti meccaniche come tosaerba, decespugliatori, tagliasiepi l’operazione di lubrificazione dev’essere più cauta. Passa con uno straccio imbevuto di olio le lame e le altre parti metalliche e con del grasso dadi, viti e bulloni. Altra operazione da non dimenticare, parlando di attrezzi a motore, è la lubrificazione di guarnizioni, punti di innesto, flange e parti metalliche, da svolgere con oli specifici.

Ti suggeriamo infine di reidratare il legno delle impugnature dei tuoi attrezzi, utilizzando l’olio di cocco, che nutrirà il legno e sigillerà eventuali solchi dovuti all’usura.

Consigliamo in ogni caso di non esagerare con i prodotti lubrificanti perché potrebbero staccare le parti metalliche dal legno.

4. Affila

cura forbici giardino

Inutile dire che utilizzare attrezzi ben affilati aiuta a lavorare più velocemente e con maggiore precisione, mentre tagli sfilacciati e non netti, possono causare gravi danni alle tue piante.

Tutti i tipi di coltelli vanno affilati su una pietra abrasiva piatta ad acqua o a olio cercando di dare al filo un’inclinazione di 20 gradi e girando il coltello più volte mentre ripeti l’operazione, eliminando così eventuali sbavature del filo. Delle forbici va affilata invece solo la parte tagliente, passando la pietra con un movimento che parte dal fondo della lama verso la punta, applicando la stessa pressione.

Per quanto riguarda gli attrezzi come badili, pale e vanghe, puoi eseguire la filatura con l’aiuto di un martello sopra ad un’incudine, affilandole con un angolo di 45 gradi.
Per gli attrezzi in legno può essere necessaria una carteggiata in periodo primaverile mentre per affilare i piccoli attrezzi metallici basta una passata di pietra con movimento dal basso verso l’alto.

Per le tagliasiepi elettriche bisognerebbe utilizzare una spazzola metallica, facendo attenzione alle lame seghettate che andrebbero sostituite con appositi ricambi e non affilate. Ricorda sempre di utilizzare guanti pesanti per maneggiare attrezzature molto affilate.

5. Riponi gli attrezzi nella posizione corretta

riporre gli attrezzi da giardino

Anche ai migliori giardinieri può capitare di perdere gli attrezzi, dimenticandoli piantati nel terreno, in qualche vaso o tra l’erba. Per avere cura dei tuoi attrezzi e consentirgli di avere una lunga vita il consiglio che ti diamo è tenere gli attrezzi al riparo in un luogo asciutto, anche d’estate. Una maggiore attenzione e cura al modo di riporre gli attrezzi, aiuterà di certo la loro durata nel tempo. Mai più rastelli spuntati, zappe che perdono il manico e pale piegate!

Gli attrezzi di piccole dimensioni possono tranquillamente essere appesi o riposti in scatole e casette.
Gli attrezzi in metallo con manico in legno andrebbero riposti con il manico verso il basso. Così facendo, eviterai che il manico scivoli via nel tempo, e che la parte metallica si pieghi a lungo andare.

Se hai spazio a sufficienza valuta la possibilità di riporre i tuoi attrezzi in un vaso riempito con un mix di sabbia e olio minerale (che potrebbe prevenire la comparsa di ruggine).

 

Curare gli attrezzi da giardino è un’attività che richiede voglia e costanza ma di sicuro ontribuirà alla bellezza del tuo giardino.

E tu che tipo di giardiniere sei? Curi i tuoi attrezzi in modo costante e meticoloso oppure sei smemorato e un po’ pigro?

A proposito di Giuseppe D.

Condivido la mia passione per il giardinaggio e l'arredamento outdoor per aiutare a realizzare il giardino perfetto.

Vedi Anche

4 cose da fare in giardino a febbraio

Se credi che il giardinaggio sia un’attività con cui tenersi occupati solo nei mesi più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *