giardino-roccioso

Giardino roccioso: cos’è, caratteristiche e linee guida

Ti è mai capitato, passeggiando in un parco o visitando il giardino di un amico, di rimanere incantato di fronte a un’affascinante composizione di rocce e massi da cui sbucano fiori e piante dall’apparenza selvatica?

Quello è un giardino roccioso, anche chiamato rock garden. Può essere più o meno esteso, con una sola pendenza oppure diverse, insieme ad insenature e ruscelli. Vuoi scoprire come realizzarlo? Allora continua a leggere l’articolo.

Che cos’è?

Come abbiamo accennato, il giardino roccioso consiste in un insieme di massi, rocce e vegetazione posizionati in modo che appaiano il più naturale possibile. Infatti, in generale si tende a simulare un paesaggio montano di salite e discese, e tra gli spazi vengono piantati fiori e arbusti che sembrano spontanei.

fiori-tra-rocce

L’obiettivo è cercare di creare un angolo in cui natura, colori ed elementi artificiali convivono in armonia. Vediamo più nel dettaglio come fare e quali sono le linee guida da seguire.

Come creare un giardino roccioso

Ora che hai capito cos’è, ti illustreremo come creare un giardino roccioso e i diversi elementi che lo contraddistinguono.

Per prima cosa, devi valutare le dimensioni dello spazio che andrai a creare. Molte persone scelgono di limitare il giardino roccioso a una porzione del proprio spazio esterno, in modo da creare un vero e proprio angolo relax. Di fatti, questa tipologia di giardino ha la caratteristica fondamentale di dover trasmettere rilassatezza e pace a chi lo osserva, un po’ come un giardino zen, perciò nulla va lasciato al caso.

giardino-con-pietre

Una volta scelta l’estensione, bisogna prendere in considerazione il suolo. Un giardino roccioso che si rispetti ha sempre come minimo una pendenza, che può essere naturale o puoi creare tu artificialmente. Questo consentirà sia un’apparenza spontanea e tipicamente montana ma anche il corretto deflusso dell’acqua piovana, evitando fastidiosi ristagni che andrebbero poi a danneggiare il tuo giardino.

Sulla superficie della pendenza vanno poi posizionate le pietre e le rocce. Quelle più adatte alla realizzazione di un giardino roccioso sono la pietra calcarea, la pietra arenaria, il granito e la roccia lavica. Rifletti bene sul loro posizionamento: non deve sembrare artefatto ma nemmeno disordinato, la parte più difficile è infatti bilanciare spontaneità e regolarità. Anche una semplice bozza della tua idea, prendendo ispirazione dalle immagini che trovi su internet, ti aiuterà nell’impresa.

Quali piante scegliere per il giardino roccioso

Abbiamo ribadito che il rock garden nasce per riprodurre un ambiente montano, ma è ovvio che le specie vegetali che sceglierai devono essere affini al luogo nel quale ti trovi. Opta per piante con una simile metodologia di coltivazione, in modo che possano essere piantate nello stesso terreno e che siano più facili da mantenere.

Anche qui, come per le pietre, vige la regola dell'”ordinatamente spontaneo”. Tra una roccia e l’altra, dove i buchi sono più ristretti, pianta qualche fiore o piccolo arbusto, e negli spazi più larghi opta invece per piante tappezzanti. Non esagerare però con le tipologie, altrimenti il tuo giardino roccioso potrebbe risultare caotico.

fiori-giardino-roccioso

Gli arbusti raccomandati alla composizione di un giardino roccioso sono il ginepro, la spirea, l’erica, l’abelia, il viburno e la nandina. Tra le piante da fiore vengono consigliati i garofani, le peonie, i gerani, le camelie, le ortensie, i ciclamini e i tulipani.

Per le piante tappezzanti puoi scegliere tra acetosella, bugola, astro, campanula, pervinca e liriope; invece per quelle aromatiche hai a disposizione salvia, rosmarino, origano, timo, lantana, aneto, menta, melissa, cedrina e lavanda.

piante-tappezzanti

Se vivi in un clima particolarmente caldo, puoi optare per un giardino roccioso dall’aspetto quasi desertico. Per ottenere questo look, le piante succulente come agavi, aizoacee, cactus, sempervivum, sedum sono le più indicate.

Non può mancare infine uno o più alberi. Le possibilità sono diverse, dall’acero giapponese al ciliegio, oppure ancora il nespolo giapponese.

Elementi aggiuntivi

Per ultimare il tuo giardino roccioso e farlo risultare più completo, ci sono alcuni elementi che puoi pensare di includere.

Prima di tutto, un’opzione che consigliamo è aggiungere un camminamento o comunque un sentiero: questo dovrà condurre al luogo in cui si trova il giardino roccioso e poi attraversarlo tra le insenature che si creeranno grazie alle rocce e pendenze. Per facilitare la salita, è possibile costruire dei gradini (in pietra, ovviamente!).

gradini in pietra

Un altro “fattore wow” è di sicuro la realizzazione di un piccolo corso d’acqua. Infatti, un ruscello contribuirebbe a rendere il tutto più rilassante (sia a livello visivo che di suono) e d’impatto. Ad accompagnare, non possono mancare dei giochi d’acqua e delle fontanelle per realizzare una vera e propria oasi.

Qui terminano i nostri consigli sulla realizzazione di un giardino roccioso, speriamo vivamente ti siano stati d’aiuto e non dimenticare di condividere con noi il tuo spazio outdoor.

A proposito di Rita N.

Credo fermamente nel detto "Non si smette mai di imparare". Grazie alla mia passione per il living e il lifestyle, spero di riuscire a condividere nuove idee, dare consigli utili ed incuriosire il lettore.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

tendenze-arredamento-2022-per-giardino

6 tendenze arredamento 2022 per gli spazi esterni

Eccoci all’inizio di un nuovo anno; dopo altri 12 mesi non facili, ricchi di sfide …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *