manutenzione-del-prato-in-autunno

Prato in autunno: 7 passaggi per la manutenzione

Dopo un’estate passata a goderti il tuo cortile, è venuto il momento di fare un po’ di manutenzione al tuo prato in autunno. Eh sì, perché la cura del prato non si ferma dopo la fine della bella stagione, quando l’innaffiatura e la falciatura sono i lavori più frequenti; in questo periodo è necessario svolgere pochi ma fondamentali passaggi per far sì che l’erba torni a nuovo splendore in primavera.

Se ti serve un po’ di chiarezza sui lavori da eseguire in autunno, in questo articolo ti elenchiamo 7 passaggi per una perfetta manutenzione.

1. Rimuovere le foglie e tagliare il prato

rastrellare-le-foglie

Per quanto la caduta delle foglie in autunno sia molto scenica e apprezzata da tutti, non possiamo dire lo stesso della loro rimozione. Qualcuno però la deve pur fare, anche per impedire che inizino a marcire, rovinando così il prato. Ti basterà un rastrello, un sacco in cui buttarle e tanta pazienza.
Pensala così: più frequentemente svolgerai questa operazione, meno si trasformerà in un compito lungo e noioso.

tagliare-il-prato-in-autunno

Una volta rastrellate le foglie, occorre falciare il prato, soprattutto se con l’arrivo delle piogge e l’abbassamento delle temperature è stato un po’ trascurato. Taglialo piuttosto corto e non dimenticare di curare anche i bordi dove pavimentazione ed erba si incontrano.

2. Scarificare il prato in autunno

Con scarificazione del prato si intende la rimozione di erbacce, muschio o altri composti organici rimasti (il cosiddetto feltro) che si sono depositati sopra al prato. Questo procedimento viene fatto con un rastrello specifico a denti corti e stretti oppure con un attrezzo apposito chiamato scarificatore.

scarificare-il-prato-in-autunno

Il processo permette una pulizia approfondita di erba e suolo rimuovendo il materiale organico in decomposizione sullo strato superiore, così che il tuo prato torni a “respirare”.

3. Appiattire e sistemare zone irregolari

Ci sono zone del prato più frequentate di altre, ad esempio quella preferita per il gioco dei bambini oppure dove amano correre i tuoi animali domestici. Queste aree sono a rischio in quanto si potrebbero formare degli avvallamenti con conseguenti ristagni di acqua al loro interno per la pioggia. Una volta individuate le parti di terreno, cerca di ristabilire una regolarità.

4. Arieggiare il suolo

aerazione del pratoL’arieggiatura o aerazione del suolo è un passaggio sottovalutato ma che potrebbe portare il tuo prato a un livello superiore. Attraverso questa operazione si praticano dei piccoli fori nel terreno, che permettono di scompattarlo e disgregarlo.

L’arieggiatura consente un miglior drenaggio e assorbimento di acqua, sostanze nutritive e ossigeno al terreno. Si esegue tendenzialmente in primavera oppure in autunno, per preparare il prato e farlo tornare al suo splendore.

Per aerare il suolo ci sono tre strumenti:arieggiare-il-prato

  • Scarpe chiodate per arieggiare il prato
  • Rastrello arieggiatore
  • Arieggiatore a scoppio (spesso combinato allo scarificatore)

Le due soluzioni manuali sono indicate per piccoli giardini, invece la soluzione a scoppio è ovviamente opportuno sceglierla quando la superficie del prato è ampia.

5. Trasemina del prato in autunno

Se devi risanare qualche area del prato in cui l’erba è particolarmente incolta, questo è il momento giusto. Infatti, in autunno l’erba continua a crescere, solo più lentamente, ed è quindi il periodo perfetto per seminarne altra preparando così il tuo giardino all’arrivo della primavera.

I semi dovranno essere sparsi in maniera omogenea per permettere una crescita regolare.

seminare-il-prato

Scopri 5 tipi di prato per un giardino verdissimo

6. Il top dressing o la sabbiatura del prato

Una volta arieggiato il suolo e all’occorrenza seminato, è necessario applicare il top dressing: un leggero strato di sabbia silicea, terreno o altri materiali simili sulla superficie.

La sabbiatura permette di livellare e uniformare la superficie oltre a ridurre umidità e favorire il drenaggio del terreno.

7. Concimazione

L’ultimo passaggio per una perfetta manutenzione del prato in autunno è la concimazione o fertilizzazione del terreno. Questo permetterà una crescita forte e rigogliosa dell’erba.
Utilizza un prodotto fertilizzante specifico che sia adatto al tipo di prato e di suolo e assicurati di spargerlo in modo omogeneo.

 

Questi erano i 7 semplici passaggi consigliati per un bellissimo prato in autunno. Seguili attentamente oppure adattali alle tue necessità e vedrai che il tuo cortile ti ringrazierà.

A proposito di Rita N.

Credo fermamente nel detto "Non si smette mai di imparare". Grazie alla mia passione per il living e il lifestyle, spero di riuscire a condividere nuove idee, dare consigli utili ed incuriosire il lettore.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

pulire-i-pavimenti-esterni

Come pulire i pavimenti esterni: strumenti e consigli

Il vento, la pioggia e gli agenti atmosferici di ogni genere sono la principale causa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *