Home / Pavimentazioni e Rivestimenti / Come scegliere e progettare un pavimento da giardino
pavimento da giardino

Come scegliere e progettare un pavimento da giardino

Nella progettazione di spazi esterni il pavimento da giardino è un elemento importante, a cui pensare attentamente. Soprattutto quando si tratta di spazi molto ampi, che danno la possibilità di creare ambienti personalizzati, una pavimentazione scelta con cura può fare la differenza sia in termini di praticità che di estetica.

Fare una scelta quando si tratta di materie tecniche non è semplice, ma avere le idee chiare aiuta ad arrivare alla giusta soluzione.

 

Elementi da valutare per scegliere un pavimento da giardino

progettazione pavimento da giardino

Prima di tutto, per approcciarsi alla progettazione di spazi esterni è utile riflettere su alcuni aspetti che daranno vita al progetto, in modo che potrai realizzare l’idea che hai in mente, senza (troppi) intoppi. Cominciare con l’acquisto di materiali per poi scoprire che la morfologia dell’area non vi permette di posarne una certa tipologia non è certo simpatico. È quindi consigliabile procedere in modo organizzato, annotandosi misure e dimensioni degli spazi su cui lavorare e considerando i seguenti fattori:

  • le dimensioni e la tipologia del terreno
  • la collocazione di alberi, siepi o altri elementi naturali
  • la presenza di fonti luminose o la creazione di nuovi punti luce
  • la collocazione o l’inserimento di portoni, cancelli d’ingresso o altri elementi
  • la funzione degli spazi

Tutti questi elementi potranno sembrare ovvi ma considerarli a priori ti permetterà di procedere senza sorprese.

In particolare è molto importante farsi un’idea precisa della funzione da assegnare ad ogni area: potresti decidere di ricoprire un’area estesa per posizionare arredi o un gazebo, oppure potresti optare per un singolo tratto per ricavare una stretta passeggiata pedonale o ancora ampi spazi per permettere il transito di auto o altri mezzi. Solitamente le aree più indicate per la posa di un pavimento da giardino sono le zone di transito, le aree circostanti la piscina, l’area destinata ad arredo o barbecue e quella dei giochi dei bimbi.

In base alla funzione assegnata si potrà giocare anche su forme e colori:  forme quadrate o rotonde, colorazioni a tinta unita o con effetto mosaico sono solo alcune delle possibilità per creare un’area funzionale senza trascurare il tocco originale e personale.

Scopri le nostre offerte per i pavimenti

Come scegliere i materiali

decorazione pavimento da giardino

Per scegliere il materiale adatto da impiegare per la pavimentazione di un giardino è importante cercare una combinazione tra estetica, funzionalità e, naturalmente, budget a disposizione.

Come già detto, un pavimento da giardino può servire differenti scopi, per esempio permettere il passaggio di veicoli o persone o consentire l’alloggiamento di elementi da giardino (piscine o gazebi) e così via. Per questo i materiali da scegliere dipendono in gran parte dalla funzione assegnata alle aree da pavimentare. Si distinguono infatti due tipologie: i pavimenti destinati ad un transito leggero (persone) e quelli specifici per un transito pesante (veicoli).

In base a questa distinzione i materiali adatti ad un transito leggero saranno gres, legno, pietra naturale o ricostruita, resina, cotto, graniglia, ghiaino, cubetti di porfido, ciottoli e piastrelle varie.
Per quanto riguarda il transito pesante invece saranno più indicati materiali in grado di resistere a pesanti sollecitazioni come cemento, masselli autobloccanti, calcestruzzo,  ghiaino, cubetti o sassolini in pietra, asfalto. In genere le pavimentazioni in pietra, cemento e gres risultano le più economiche e resistenti.

Per garantirsi un effetto naturale consigliamo di evitare colori eccessivi (con cui invece ci si potrà sbizzarrire quando sarà il momento di piantare i fiori) o materiali “troppo” artificiali.

Inoltre, essendo i pavimenti da giardino esposti all’azione di agenti atmosferici o sistemi di irrigazione, suggeriamo di prestare attenzione a requisiti tecnici come resistenza al gelo e caratteristiche antiscivolo.

 

Abbiamo accennato alla suddivisione dei materiali in base alla loro capacità di sopportare un transito leggero o pesante. Andiamo ora nello specifico sulle caratteristiche dei più comuni.

Ghiaia

Pratica ed economica la ghiaia può essere utilizzata in giardino ma anche su un terrazzo. Basta una passata d’acqua e di rastrello per pulirla dalla polvere e pianeggiarla. È reperibile in vari colori e con sassolini di varie dimensioni.

Gres

Ideale per le pavimentazioni esterne grazie alla sua ottima resistenza agli agenti atmosferici, inoltre è ingelivo e antiscivolo. Il bello del gres è che offre un’ampia scelta di colori e motivi: puoi optare, per esempio per un effetto legno, senza doverti preoccupare della manutenzione o di rovinarlo transitando con l’auto. Oppure punta su un rustico effetto pietra, eventualmente rivestendo anche parte delle pareti verticali che danno sul giardino.

Pietra riscostruita

Anche questo è un materiale pratico e resistente, realizzato con pietre naturali. È reperipile in vari colori, anche ad effetto pietra, legno, cotto o travertino. È ottimo per uso esterno per le sue caratteristiche di resistenza al gelo. Inoltre è atermico, antiscivolo e di facile manutenzione e pulizia.

WPC

Se ami l’effetto legno ma ti preoccupa il livello di manutenzione che questo materiale richiede puoi optare per il wpc. Scoprine dettagli e caratteristiche nel nostro articolo sui pavimenti per esterni in wpc.

Realizzazione

7

Al momento della scelta dei materiali, tenendo a mente il budget a disposizione, un’altra considerazione da fare sarà la realizzazione del progetto.

Ricordiamo che le pavimentazioni destinate al percorso pedonale potranno essere posate direttamente sul terreno, al contrario, per le aree da pavimentare adibite al transito di mezzi pesanti bisognerà provvedere a creare un letto di sabbia o di battuto. Se il vialetto o il pavimento da realizzare dovesse essere impiegato per il transito di auto sarà necessario predisporre un sottofondo di calcestruzzo rinforzato con rete elettrosaldata.

Mentre alcuni materiali richiedono che la posa avvenga per mano di professionisti, altri permetteranno di realizzare la pavimentazione in modo autonomo: gli autobloccanti per esempio hanno un sistema ad incastro e sono facilmente montabili in autonomia, creando un’area delle dimensioni deisderate che può essere rimossa e ricomposta a piacere.

Scopri le nostre offerte per i pavimenti

 

Insomma si può dare un tocco personale ed elegante ai propri spazi verdi anche con i pavimenti da giardino che, se studiati con attenzione, possono rappresentare veri elementi di design.

A proposito di Elisa E.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

foto: recinzioni da giardino

6 idee per recinzioni da giardino meravigliose

Il miglior modo per decorare un giardino e, allo stesso tempo, proteggere la privacy, è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *