balcony gardening

Trend 2021: al primo posto c’è il giardinaggio da balcone

Il Balcony Gardening è stato proclamato trend n°1 per il 2021. Una ricerca di Love the Garden, portale dell’azienda di cura del giardino Evergreen Garden Care, ha raccolto oltre 100 hashtag diversi sul “gardening” utilizzati dal popolo di Instagram.

Primeggiando su altri trend come il Wild Gardens (far crescere fiori selvatici in giardino), le aiuole rialzate o il White Garden (progettare il proprio giardino su tinte bianche), questo trend è entrato prepotentemente nella vita di molti di noi.

Ma che cosa si intende per Balcony Gardening? Andiamo a scoprirlo.

Il Balcony Gardening

piante da balcone

Con Balcony Gardening (tradotto come “giardinaggio da balcone”) intendiamo la coltivazione di piante e ortaggi sul proprio balcone o terrazza. La pandemia ha spinto molti italiani a sfruttare il proprio pollice verde direttamente a casa. Questo per evitare la preoccupazione di uscire o le file interminabili all’ortofrutticolo.

Ecco quindi il ricorso a piante, fiori e orti da piantare sul balcone per trascorrere giornate all’aperto nel pieno rispetto delle regole anti Covid, producendo pomodori, zucchine, lattughe e altri prodotti da utilizzare in cucina. A tal proposito, l’associazione italiana dell’agricoltura Coldiretti ha evidenziato un notevole aumento degli acquisti nei supermercati e nei mercati di piantine, semi, fertilizzanti e strumenti da giardinaggio per la coltivazione domestica.

Essendoci, ovviamente, balconi diversi tra di loro, questo trend 2021 potrà essere portato avanti in modi differenti, attraverso 3 modi di coltivare:

  • Orto verticale: se avete a disposizione parti di muro inutilizzato e non sapete dove buttare le vostre bottiglie di plastica vuote, potreste utilizzarle per coltivarci dentro le vostre piantine. L’orto verticale contribuisce al riciclo di questi oggetti e, sviluppandosi in verticale, è la soluzione ideale per risparmiare spazio.
    In alternativa alle bottiglie è possibile utilizzare anche piccoli scaffali in legno o fioriere.
  • Vasi e fioriere: sono certamente la soluzione più semplice e pratica. Vasi in plastica o in terracotta e i relativi sottovasi sono disponibili in diverse dimensioni e potranno essere utilizzati per ogni tipologia di piantina.
  • Tavoli da coltivazione: se hai molto spazio a disposizione, scegliere un tavolo da coltivazione ti permetterà di avere una solida base d’appoggio per le più disparate coltivazioni.

Cosa e quando coltivare in giardino

coltivare in balcone

Dei trend 2021, il Balcony Gardening sarà uno dei più seguiti. Ma che cosa conviene coltivare? Per coltivare in balcone bisognerà innanzitutto fare delle scelte mirate: sarà necessario valutare lo spazio a disposizione e, cosa ancora più importante, l’esposizione del balcone ai raggi del sole. Un balcone esposto a nord non è il massimo per coltivare, mentre le esposizioni a sud-ovest o sud-est rimangono la migliore condizione, a patto che si eviti il sole nelle ore più calde della giornata. Infine, bisognerà scegliere il tipo di terriccio, il quale dovrà essere ricco di nutrienti e in grado di trattenere l’acqua senza creare ristagni.

Fortunatamente, molti prodotti dell’orto si adattano perfettamente a crescere in poco spazio e possono quindi essere piantati nei vasi. L’insalata, ad esempio, è una delle piante più richieste: essa garantisce un raccolto dopo appena 40 giorni, il tutto ad un prezzo molto basso. Un altro prodotto apprezzatissimo per facilità e tempistiche di raccolto sono le piccole piantine di pomodoro, sebbene siano un po’ più costose della semplice insalata.

Bisognerà poi tenere conto anche della stagionalità di frutta e verdura:

  • inverno: arance, mele, mandarini, lattuga, carciofi, cavolfiori, aglio, limoni, cicoria, rape, sedano
  • primavera: kiwi, pere, pompelmi, asparagi, broccoli, carote, cipolline, radicchio, spinaci, rape
  • estate: albicocche, ciliegie, fragole, lamponi, meloni, pesche, fichi, prugne, cetrioli, fagiolini, melanzane, peperoni, piselli, zucchine
  • autunno: uva, kaki, clementine, lamponi, mirtilli, ravanelli, bietole

Non perderti anche i nostri consigli sui “7 alberi da frutto in vaso per il balcone o il terrazzo

Consigli utili

ragazza in balcone

Per cominciare a coltivare sul tuo balcone in modo corretto ti forniamo di seguito alcuni semplici consigli per evitare di non incappare in errori banali e di valutazione:

  • Utilizzare un unico e grande vaso, se si dispone del giusto spazio, consentirà di innaffiare tutti i propri ortaggi in una sola volta.
  • Piante al posto dei semi: se il vostro tempo è prezioso e siete impazienti, la soluzione migliore potrebbe essere quella di acquistare le piantine già germogliate e trapiantarle a casa. Tutto questo sarebbe meglio farlo in primavera.
  • Terriccio base: partire con la tipologia di terriccio più semplice andrà benissimo per iniziare; via libera quindi ad un terriccio universale biologico senza torba.
  • Pacciamatura: ricorrere a questa tecnica significa ricoprire la superficie del terreno con del materiale, ad esempio dei pezzi di corteccia, ghiaia o ciottoli, per impedire la crescita di malerbe, mantenere la giusta umidità nel suolo e proteggere il terreno dall’erosione.

Grazie al Balcony Gardening lo spazio sul balcone verrà sfruttato sempre di più e in maniera ottimale: i prodotti saranno più salutari e la vostra casa si riempirà di verde!

A proposito di Stefano O.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo dell'arredo giardino?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi Anche

come-proteggere-le-piante-dal-freddo

Come proteggere le piante dal freddo in inverno

Se il giardinaggio ti appassiona, con l’arrivo dell’inverno avrai una preoccupazione in particolare: come proteggere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *